Sono moltissimi i lavori scientifici, pubblicati su riviste internazionali che dimostrano come l’assunzione regolare di olio extravergine di oliva contribuisce in maniera determinante a prevenire l’insorgenza della demenza senile. Di seguito solo tre dei 120 lavori presenti in letteratura.

Pubblicazioni scientifiche:

Diet and Alzheimer’s disease risk factors or prevention: the current evidence.
Solfrizzi V, Panza F, Frisardi V, Seripa D, Logroscino G, Imbimbo BP, Pilotto A.Expert Rev Neurother. 2011 May;11(5):677-708. doi: 10.1586/ern.11.56.P

Extra-virgin olive oil for potential prevention of Alzheimer disease.
Román GC, Jackson RE, Reis J, Román AN, Toledo JB, Toledo E.Rev Neurol (Paris). 2019 Dec;175(10):705-723. doi: 10.1016/j.neurol.2019.07.017. Epub 2019 Sep 11.

Olive Oil Phenols as Promising Multi-targeting Agents Against Alzheimer’s Disease.
Rigacci S.Adv Exp Med Biol. 2015;863:1-20.

Da tenere presente che tutti i lavori scientifici citati si basano su studi condotti con oli extravergini di oliva di alta qualità, estratti esclusivamente con procedimenti meccanici e per questo ad alto contenuto di composti minori quali ad esempio tirosolo, oleocantale, oleuropeina, alta prevalenza di grassi insaturi rispetto ai grassi saturi.

Articoli raccomandati

Ancora nessun commento, aggiungine uno qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.